Newsletter:
Cerca nel sito:
Home Page i nostri autori catalogo tavole da trattati antichi notizie novità email Home Page Home Page
« 1 2 3 4 5 6 7 8 [9] 10 11 12 »
Sezione: Atti di Congressi e Convegni
Dipartimento di progettazione e scienze dell’ArchitetturaSVILUPPO SOSTENIBILE E METROPOLI
Leoni F. Quilici V.

La Collana raccoglie gli atti di seminari tavole rotonde convegni promossi dalla Facoltà di Architettura di Roma Tre. Vuole essere uno strumento agile di comunicazione rapida di incontri e sviluppi di processi conoscitivi della città e dell’architettura diretta da Vieri Quilici SVILUPPO SOSTENIBILE E METROPOLI Una giornata di studio. Una giornata di studio (Fulvio Leoni e Vieri Quilici) Incontro tra studiosi di discipline che si occupano di problemi metropolitani riflettuto sul tema dello sviluppo sostenibile proponendo una logica di lettura del problema transdisciplinare

Descrizione:

Note: 1998, pp. 103
Prezzo: € 8,00
Sezione: Atti di Congressi e Convegni
LINEE DI RICERCA
Carta M.,Lo Piccolo F.,Schilleci F.,Trapani F.

III Convegno Nazionale dei Dottorati di Ricerca in Pianificazione territoriale e Urbanistica L’articolazione del volume, riprendendo quella del convegno, propone quattro temi come punti focali di una più ampia riflessione sullo sviluppo locale e le risorse ambientali; l’identità del territorio; le nuove strategie di piano e le pratiche partecipative; l’innovazione degli strumenti di piano.

Descrizione:
Fuori stampa
Note: 2000,pp. 397
Prezzo: € 20,00
Sezione: Atti di Congressi e Convegni
PERCORSI DI RICERCA
Bilucaglia T., Galassi A., Ricci L., Santangelo S., a cura di

II Convegno Nazionale dei Dottorati di Ricerca in pianificazione territoriale e urbanistica Il volume raccoglie le 47 relazioni presentate al Secondo Convegno Nazionale dei Dottorati in Pianificazione Territoriale e Urbanistica, tenutosi a Roma presso il DPTU nell'ottobre 1996. articolato in quattro capitoli corrispondenti ai quattro temi delle sessioni del convegno vera occasione di confronto tra dottori dottorandi e docenti dei collegi.

Descrizione:

Note: 1998, pp. 434
Prezzo: € 25,00
Sezione: Trattati e Manuali
ARCHI - VOLTE - CUPOLE
Breymann G.A.

Classificazioni di volte, archi e cupole Materiali Tecniche costruttive Tavole : progetti e particolari costruttivi

Descrizione:

Note: 2003, pp.182, 37 tavole in b.n. ISBN 8886599579 Collana "VITRUVIO E I SUOI EREDI"
Prezzo: € 20,00
Sezione: Trattati e Manuali
COSTRUZIONI METALLICHE
Donghi D.ristampa con introduzione di Andrea Pirollo

L’opera omnia di Daniele Donghi fu pubblicata da UTET tra gli anni 1902 e 1930. Edita in dieci volumi, l’opera costituisce un contributo essenziale alla pubblicistica italiana nel settore delle costruzioni. Alla " Costruzione Architettonica" è dedicato il primo volume dell’opera Articolato in due parti, la prima- Materiali, Elementi costruttivi , Finimenti esterni - è ulteriormente suddivisa in quattro capitoli ; la seconda - Elementi complementari od Accessori e Finimenti esterni -analizzata in altri quindici brevi sottocapitoli. Il secondo volume La Composizione Architettonica è costituito da cinque sezioni dove ogni capitolo - in tutto sono 27 - è dedicato ad un tipo edilizio - abitazioni civili, edifici religiosi, mercati, biblioteche. Il grande tema della tipologia viene approfondito e presentato attraverso esempi, realizzazioni del passato e progetti recenti, anche non realizzati, con una descrizione critica completa. Il volume Costruzioni metalliche è il capitolo IV della I parte, del I Volume. Prossimamente nuove pubblicazioni dello stesso autore.

Descrizione:

Note: 2005 pag. 243 Illustr. b/n 21x29,7 cm Collana "VITRUVIO E I SUOI EREDI"
Prezzo: € 20,00
Sezione: Trattati e Manuali
DELLA ARCHITETTURA, DELLA PITTURA E DELLA STATUA
Alberti Leon Battista a cura di Alessandro Pierattini

Scritto tra il 1442 e il 1452, il De Re Aedificatoria di Leon Battista Alberti è considerato da molti il più alto contributo teorico sull’arte del costruire che la cultura rinascimentale abbia saputo esprimere. L’opera di Alberti precede il filone degli esegeti e commentatori rinascimentali di Vitruvio, e si pone in una prospettiva più ambiziosa: quella di riprendere il testo Vitruviano e di comporre, emendando la fonte, un’opera autonoma e meglio organizzata di quella. Il De Re Aedificatoria segue, nella produzione teorica albertiana, i trattati De Pictura (1435) e De Statua (1438). L’edizione presente raccoglie i tre saggi albertiani sulla pittura, la scultura e l’architettura, e riprende in anastatica una stampa tarda (Bologna 1782) della versione curata da Cosimo Bartoli, che resta la traduzione in volgare di riferimento, edita in folio a Firenze nel 1550 con l’aggiunta di disegni.

Descrizione:
Scritto tra il 1442 e il 1452, il De Re Aedificatoria di Leon Battista Alberti è considerato da molti il più alto contributo teorico sull’arte del costruire che la cultura rinascimentale abbia saputo esprimere. L’opera di Alberti precede il filone degli esegeti e commentatori rinascimentali di Vitruvio, e si pone in una prospettiva più ambiziosa: quella di riprendere il testo Vitruviano e di comporre, emendando la fonte, un’opera autonoma e meglio organizzata di quella. Il De Re Aedificatoria segue, nella produzione teorica albertiana, i trattati De Pictura (1435) e De Statua (1438), pubblicati insieme nella presente edizione. L’avere eletto a soggetto di una trattazione erudita le Artes Mechanicae, discipline tradizionalmente considerate di rango inferiore rispetto alle Artes Liberales, rappresenta, nel contesto culturale del tempo, un’operazione fortemente innovativa di affermazione del contenuto intellettuale, appunto, dell’arte edificatoria, della pittura e della scultura, ritenute fino ad allora minori in quanto eminentemente pratiche. L’edizione presente raccoglie i tre saggi albertiani sulla pittura, la scultura e l’architettura, e riprende in anastatica una stampa tarda (Bologna 1782) della versione curata da Cosimo Bartoli, che resta la traduzione in volgare di riferimento, edita in folio a Firenze nel 1550 con l’aggiunta di disegni.
Note: formato 17 X 24, pagine 342, 69 tavole nel testo. anastatica dall'edizione Bologna 1782, traduzione di Cosimo Bartoli. ISBN 978-88-95913-18-6 DISPONIBILE
Prezzo: 34,00 €
Sezione: Trattati e Manuali
FONDAZIONI
Breymann G.A.

Murature di fondazione Conficcamento dei pali e delle palizzate per mezzo della pressione idraulica Esempi di recenti costruzioni in Béton Fondazioni continue Fondazioni a pilastri ed archi Fondazioni a pozzi Fondazioni con cassoni di legno senza fondo Sistemi speciali di fondazione Appendice Tavole : progetti e particolari costruttivi

Descrizione:

Note: 2003, pp.148 ISBN 8886599811 Collana "VITRUVIO E I SUOI EREDI"
Prezzo: € 15,00
Sezione: Trattati e Manuali
IL FORESTIERE ISTRUTTO NELLE COSE PIU' RARE DI ARCHITETTURA E DI ALCUNE PITTURE DELLA CITTA' DI VICENZA
Bertotti Scamozzi Ottavio

Ottavio Bertotti Scamozzi (Vicenza 1719-1790) architetto, storico e critico definito "lo studioso più penetrante di Andrea Palladio”, fu profondo conoscitore dei monumenti e delle opere d'arte della città di Vicenza. Tale conoscenza si tradusse nella pubblicazione della guida “Il Forestiere istrutto delle cose più rare di Architettura e di Pittura della città di Vicenza”, stampato per la prima volta nel 1761 sotto forma di dialogo e dedicato al suo mecenate il marchese Mario Capra. Il volume, illustrato da trentasei bellissime tavole con la rappresentazione quotata dei prospetti degli edifici, ebbe grande successo; descrive infatti gli edifici di Vincenzo Scamozzi e di altri architetti, ma principalmente le opere del Palladio.

Descrizione:
Ottavio Bertotti Scamozzi (Vicenza 1719-1790) architetto,storico e critico dell’architettura classica romana e rinascimentale fu “senza dubbio lo studioso più penetrante di Andrea Palladio” nel secolo XVIII e il suo contributo alla conoscenza del grande architetto vicentino con l’opera “Le Fabbriche ed i disegni di Andrea Palladio” fu e resta fondamentale oltre essere una delle maggiori imprese editoriali del Settecento italiano. Gli studi storici e soprattutto le opere di Palladio destarono il suo appassionato interesse, con costante riferimento a Vitruvio e Leon Battista Alberti. La frequentazione dei personaggi più in vista della società veneta,i rapporti con circoli culturali italiani e stranieri e l’incoraggiamento del marchese Mario Capra furono determinanti per la sua formazione culturale e lo sviluppo della sua attività di architetto. Divenne così una guida esperta di Vicenza per i tanti visitatori, noti architetti del neoclassico inglese, nobili ed eruditi italiani e stranieri, ammiratori del Palladio, tra cui Goethe. La conoscenza dei monumenti della sua città si tradusse nella pubblicazione de “Il Forestiere istruito delle cose più rare di Architettura e di Pittura della città di Vicenza”, stampato per la prima volta nel 1761 sotto forma di dialogo e dedicato al suo mecenate il marchese Mario Capra. La seconda edizione del 1780, quella che noi ristampiamo, non più in forma di dialogo, fu riedita con il testo rinnovato e con l’aggiunta di nuove tavole. Una terza edizione fu fatta nel 1804 dopo la sua morte. Il volume, illustrato da trentasei bellissime tavole con la rappresentazione quotata dei prospetti del edifici, ebbe grande successo; descrive infatti gli edifici di Vincenzo Scamozzi e di altri architetti, ma principalmente le opere del Palladio. Per quanto riguarda la Pittura, le notizie che troviamo furono tratte da Bertotti Scamozzi dall’Operetta del Boschini stampata a Venezia nel 1676, aggiungendovi notizie sulle opere di successivi “eccellenti Maestri”.
Note: formato 17 x 24, pagine 115, 36 tavole nel testo, appendici sulla figura e le opere di Ottavio Bertotti Scamozzi. anastatica dall'edizione Vicenza 1780. ISBN 978-88-95913-17-9 Collana "MEMORIA E CULTURA"
Prezzo: € 22,00
Sezione: Trattati e Manuali
ISTITUZIONI DI ARCHITETTURA STATICA E IDRAULICA.VOLUME 1-2
Nicola Cavalieri San Bertolo a cura di Francesca Romana Stabile

Nicola Cavalieri San Bertolo è stato uno dei più autorevoli esponenti della cultura tecnico scientifica ed ingegneristica dello Stato Pontificio.«Istituzioni di architettura statica e idraulica»diviso in due volumi, è un dettagliato manuale di architettura pratica, capace di mettere a confronto dottrine teoriche,casi rappresentativi e fondamenti sull'arte del fabbricare.

Descrizione:
Nicola Cavalieri San Bertolo è stato uno dei più autorevoli esponenti della cultura tecnico scientifica ed ingegneristica dello Stato Pontificio. Professore di idraulica e strutturistica, docente nella Scuola di Ingegneria di Roma, membro di Accademie come la Tiberina e Nuovi Lincei. E’ noto soprattutto grazie al testo che noi ripubblichiamo, stampato per la prima volta nel 1826, molto diffuso, concepito come strumento didattico e citatissimo nelle bibliografie di storia dell’architettura e restauro. Numerose sono le opere nello Stato Pontificio, soprattutto a Civitavecchia. «Istituzioni di architettura statica e idraulica» di Nicola Cavalieri San Bertolo (1788-1867), diviso in due volumi, è un dettagliato manuale di architettura pratica, capace di mettere a confronto dottrine teoriche,casi rappresentativi e fondamenti sull'arte del fabbricare. La ristampa anastatica che presentiamo è la seconda edizione, stampata a Mantova, dai Fratelli Negretti nel 1831, preceduta da un saggio di Francesca Romana Stabile che ha curato anche gli apparati critici. Nei due volumi, divisi in cinque libri, corredati da tavole illustrative, la descrizione dei diversi argomenti è ricca di numerosi richiami alla trattatistica classica, da Vitruvio allo Scamozzi, oltre a sistematici riferimenti alla scuola francese (Belidor, 1729, 1737-1770; Rondelet, 1802-1817; Sganzin, 1809; Gauthey, 1809-1816; Navier, 1823-1826; Borgnis, 1818-1820 e 1823). Per la vastità dei temi trattati e la chiarezza espositiva, l'opera del Cavalieri rappresenta al meglio quella cultura politecnica capace di integrare tradizione antica, nuove acquisizioni tecnico-scientifiche e progressi produttivi.
Note: Saggio introduttivo ed apparati critici di Francesca Romana Stabile. 2008-pp 408 e 488-cm 21x29,7- VOL.1 Tav 35- VOL.2 Tav32 ISBN 978-88-95913-01-8 Collana "VITRUVIO E I SUOI EREDI" IN RISTAMPA DATA NON PRECISABILE
Prezzo: € 60,00 I due volumi
Sezione: Trattati e Manuali
ISTRUZIONI ELEMENTARI PER INDIRIZZO DE' GIOVANI ALLO STUDIO DELL'ARCHITETTURA CIVILE
BERNARDO ANTONIO VITTONE Prefazione e apparati di Edoardo Piccoli

Le «Istruzioni elementari» di Bernardo Antonio Vittone (1705-1770),sono un vero e proprio corso completo per l'avviamento dei giovani alla professione. Vittone pubblicò in proprio il suo trattato nel 1760, presso un editore luganese: con le sue 101 incisioni e le oltre 600 pagine di testo, si tratta di uno dei più imponenti trattati vitruviani, è uno tra i pochi a non aver mai avuto, immeritatamente, un'edizione moderna che lo rendesse accessibile,.

Descrizione:
Le «Istruzioni elementari» di Bernardo Antonio Vittone (1705-1770), architetto torinese, accademico di San Luca, insegnante, protagonista del barocco europeo dei decenni centrali del Settecento, sono un vero e proprio corso completo per l'avviamento dei giovani alla professione. Vittone è tra gli ultimi degli scrittori di architettura in età moderna a coltivare l'ambizione di un controllo personale dei diversi saperi necessari all'architetto, e le «Istruzioni diverse» ne sono la prova: si passa dalla matematica agli ordini (con una edizione rivisitata del Vignola) , dai materiali da costruzione al «carattere» degli ornamenti, fino all'araldica. Architetto «barocco» ma non legato alla corte, fiero e indipendente (anche grazie a un'accorta gestione delle proprie finanze), Vittone pubblicò in proprio il suo trattato nel 1760, presso un editore luganese: con le sue 101 incisioni e le oltre 600 pagine di testo, si tratta di uno dei più imponenti trattati vitruviani, è uno tra i pochi a non aver mai avuto, immeritatamente, un'edizione moderna che lo rendesse accessibile,. All'edizione delle «Istruzioni elementari» del 1760 si affiancherà in seguito quella delle «Istruzioni Diverse» del 1766, secondo e ultimo trattato di Vittone. «Fuori del Piemonte, Vittone è ancora poco conosciuto, eppure egli fu un architetto di rara abilità, pieno di idee originali e di una capacità creativa eguagliata solo da pochi dei maggiori maestri» (R. Wittkower, 1958) «Il contributo offerto dalle opere teoriche di Vittone alla cultura illuministica va ricercato soprattutto nella tendenza a sistematizzare l'eredità culturale del mondo barocco» (P. Portoghesi, 1966). Indice I. Prefazione Vittone all'incrocio Terzo centenario in discussione II. La struttura dell'opera Libro I. Apologia della misura Libro II. Fondamenti vitruviani e Vignola ampliato Libro III. Verso la progettazione III. Tempi della scrittura, tempi dell’edizione Intorno al Vignola: 1734-1745 Da Torino a Lugano: 1758-62 Le Istruzioni in quattro volumi: 1770-1797 IV. Bibliografia V. Apparati V. 1. Descrizione bibliografica V. 2. Indice delle tavole V. 3. Indice dei nomi e dei luoghi
Note: PAGINE: Volume I pag 231- Volume II pag 622- Volume III (Tavole 101) VOLUMI: I-II-III Indivisibili Collana "VITRUVIO E I SUOI EREDI" FORMATO: cm 21x 29,7 RILEGATURA: brossura ANNO: 2008 CODICE ISBN : 978-88-95913-08-7 IN RISTAMPA,DATA DI RISTAMPA NON PRECISABILE
Prezzo: € 86,00
i nostri autori catalogo tavole da trattati antichi notizie novità Home Page
created & hosted by MONDOWEB